Il Cercis siliquastrum o albero di Giuda

Foglie di Cercis siliquastrum.

In primavera sui viali e nei giardini spicca la fioritura dell’albero di Giuda o siliquastro (Cercis siliquastrum).

L’albero di Giuda è un piccolo albero, appartenente alla famiglia delle Fabaceae (Leguminose) alto al massimo una decina di metri, che si presenta spesso con più fusti. La corteccia è scura, nerastra, che tende al rossiccio nei rametti giovani.

Le foglie sono caduche, hanno forma cordata (a cuore), pagina superiore verde carico e lucido e la pagina inferiore glauca. In primavera, quando le foglie spuntano, possono avere sfumature rossastre che

Fiori di Cercis siliquastrum.

spariscono in seguito.

I fiori sono di colore rosa o fucsia, raccolti in racemi che spuntano prima della comparsa delle foglie, direttamente sui rami o sul tronco. Leggenda vuole che il colore del fiore derivi dal sangue di Giuda Iscariota (da cui il nome comune dell’albero), il quale si sarebbe impiccato proprio a un albero di questa specie.

I frutti sono baccelli scuri che contengono semi piccoli e nerastri, simili a fagioli. I baccelli restano sulla pianta fino alla fine dell’inverno.

Segnaliamo l’esistenza di varietà a fiore bianco, come Cercis siliquastrumAlba”. Sono poco diffuse, ma se amate i fiori bianchi vale la pena di cercarle.

Frutti di Cercis siliquastrum.

La coltivazione del Cercis siliquastrum è molto semplice. L’albero predilige i terreni calcarei, ma si adatta facilmente anche ad altri tipi di terreno. Sopporta bene la siccità, mentre soffre un po’ i ristagni d’acqua.

Come tutte le specie della famiglia delle Fabaceae, l’albero di Giuda ha tubercoli sulle radici che ospitano batteri azotofissatori. Questi trasformano l’azoto gassoso presente nell’atmosfera in sali azotati utilizzabili dalle piante come nutrimento. La pianta, quindi, non necessita concimazioni.

Come abbiamo detto, il Cercis arriva a circa dieci metri di altezza e si sviluppa parecchio anche in larghezza. Scegliete quindi una posizione (possibilmente soleggiata) dove abbia lo spazio necessario per crescere. In tal caso non avrà bisogno di potature. Potete, al massimo, eliminare eventuali rami secchi e

Fiori di Cercis siliquastrum “Alba”.

quei rami che crescono verso l’interno della chioma o che si incrociano con altri rami. In questo modo la pianta crescerà secondo la sua naturale forma, dando il meglio di sé.

I fiori dell’albero di Giuda si possono anche mangiare. Come quelli di altre Fabaceae (per esempio la Robinia) sono dolci e si possono usare nella preparazione di biscotti o frittate. Si possono anche consumare freschi, in colorate insalate.

La riproduzione si attua da seme. Si può seminare in vasi larghi e bassi (seminiere o ciotole) con del terriccio che non trattenga troppo l’acqua. Si semina in autunno-inverno, all’esterno. I semi necessitano un periodo di freddo per germinare. In primavera spunteranno le piantine. La crescita del Cercis siliquastrum è lenta. Se si parte da seme, quindi, ci si deve armare di santa pazienza.

Enrico Proserpio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *